Dawson’s Creek andò in onda negli Stati Uniti dal 1998 al 2003 sull’emittente gratuita TheWB, in seguito ribattezzata TheCW (è il canale di One Tree Hill, Supernatural e Gossip Girl). In Italia arrivò in semi-contemporanea su Tele+ in pay via satellite e su Mediaset in chiaro. Creato dallo sceneggiatore di Scream, l’iconoclasta Kevin Williamson, il telefilm non fu mai un dominatore degli ascolti, ma riuscì a conquistarsi tra gli adolescenti dell’epoca uno status di culto assoluto grazie ai suoi dialoghi senza filtri né censure e all’inestricabile, soap-operistico triangolo sentimentale tra il protagonista Dawson (James Van Der Beek), il suo migliore amico Pacey (Joshua Jackson) e l’amica d’infanzia Joey (Katie Holmes).

Dopo la chiusura della serie, l’intero trio di giovanissimi attori chiave di Dawson’s Creek si è fatto  strada nello show business, ciascuno a modo suo. La bella Katie Holmes vanta ruoli di spicco in diversi blockbuster hollywoodiani, ma è diventata famosa soprattutto per aver sposato Tom Cruise. Joshua Jackson ha spiccato il volo ultimamente con il fantascientifico Fringe di JJ “Lost” Abrams.

In quanto a James Van Der Beek, beh, a parte un estemporaneo successo sul grande schermo con un film sul football liceale (Varsity Blues) non ha più trovato copioni che gli restituissero l’antica gloria. In compenso, per uno di quegli incontrollabili fenomeni spontanei e virali di cui si nutre il web, è diventato un meme di Internet…

meme di Internet sono letteralmente idee, moti del pensiero, spesso semplici immagini o fotografie o appunto revival di artisti del passato che senza un’apparente logica premeditata si diffondono di navigatore in navigatore all’improvviso, fino a coinvolgere milioni e milioni di persone in attività di sharing fino alla nausea. Una buffa gif animata o una video-parodia condivisa su Facebook e YouTube possono essere l’espressione di un meme, magari nata per caso pochi giorni prima su oscuri forum per smanettoni. Betty White, 88 anni, leggendaria diva della televisione americana, è tornata in auge a sorpresa nel 2010 quando i fan hanno iniziato a richiedere a gran voce su Facebook che le facessero condurre il Saturday Night Live, lo spettacolo comico #1 d’America dal 1975 a oggi. Quella che sembrava una boutade è diventata realtà. La NBC le ha offerto il Saturday Night Live. Gli indici d’ascolto sono stati esplosivi; ne è scaturito un recupero in grande stile della White, culminato con il suo ritorno alle sitcom nella geniale Hot in Cleveland, campione di audience estiva.

Ebbene, anche Van Der Beek è diventato suo malgrado un meme. È accaduto 10 anni fa, quando la gif animata del suo fintissimo pianto in Dawson’s Creek ha iniziato a circolare sui pc di mezzo pianeta. L’intento originario, in realtà, è sempre stato di sbeffeggiare le mediocri doti interpretative del biondo ex-Dawson (mediocri è un eufemismo…).

Tuttavia, saper ironizzare su sé stessi è a Hollywood dote forse ancor più virtuosa di saper recitare. Prendendosi in giro da solo, Van Der Beek ha lanciato in questi giorni in partnership con il videoportale FunnyOrDie un inatteso ed esilarante Generatore di Facce Impostate per aggiornare il “mito” del Dawson lacrimante.


Introdotto da una clip che non poteva se non intitolarsi Vandermemes, 400.000 views in meno di una settimana, l’iniziativa ruota attorno a un’intera settimana di operazioni nostalgia su Dawson’s Creek e James Van Der Beek gestite dal team di FunnyOrDie (di recente sugli altari per aver avviato un altro sorprendente ritorno in scena, quello di Jackie Chiles dal cast dell’immortale Seinfeld).

È stato messo online persino un sito dedicato, JamesVanDerMemes.com, ricolmo di ridicole mimiche facciali del redivivo attore, e un blog su Tumblr con il remake del decennale della famigerata gif di Dawson che piange. In 12 ore si sono iscritti agli aggiornamenti del blog in 3.000.

Al di là del suo intrinseco valore intrattenitivo, Vandermemes potrebbe passare alla Storia della Next-TV per aver spalancato i portoni a un nuovo terreno di conquista del web: da sipario per nuovi talenti a strumento per il rilancio di carriere perdute, fino a ieri aggrappate solo alle remote speranze di una retrospettiva al cinema una volta ogni secolo o ai ratings di fortuite repliche a metà pomeriggio sulle emittenti locali.

di Andrea Materia

Twitter: @andreamateria

Stampa questo articolo stampa

5 Responses so far.

  1. Nando scrive:

    *Una* meme?

  2. Redazione Next TV scrive:

    abbiamo raccolto la tua segnalazione. grazie Nando!

  3. [...] ambiti del web. Celebrità e divi del cinema fanno a gara per apparire in una clip firmata ForD: da James Van der Beek, ex Dawson’s Creek, a Billy Cristal con il sequel parodia di Harry ti presento [...]

  4. [...] Eva Longoria e James Franco al redivivo James Van der Beek di Dawson’s Creek pronti a prendere in giro sé stessi, da Billy Cristal con il sequel parodia di [...]

  5. [...] Charlie Sheen, Ryan Gosling, Daniel Radcliffe, Lindsay Lohan, Jerry Seinfeld, Billy Crystal, James Van Der Beck, Eva Longoria e via [...]



9 − = 3

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Youtube
  • Slideshare

Fatal error: Cannot redeclare _1292385382() (previously declared in /home/mhd/www.next-tv.it/htdocs/wp-content/themes/Calypso/footer.php:1) in /home/mhd/www.next-tv.it/htdocs/wp-content/themes/Calypso/footer.php on line 2